Effetti dell'incidente sull'EATS

Il La Commissione d'Inchiesta ha fatto due raccomandazioni molto significative: la prima era che nessuno degli aerei EATS avrebbe dovuto sorvolare le Alpi in condizioni di visibilità "strumentale" (cioè di sotto dei minimi di visibilità per condizioni di volo a vista, e questo comprende i voli notturni). Non abbiamo dati per capire la logica dietro questa raccomandazione, ma può riflettere i dubbi relativi al numero di ore di addestramento di volo strumentale che i piloti EATS erano davvero in condizione di fare, o potrebbe semplicemente essere una reazione al fatto che questo volo in particolare aveva tentato di attraversare gli Alpi in condizioni IMC, e non volevano che altri piloti fossero tentati di ripetere un simile errore nel futuro. La seconda raccomandazione è stata ancora più significativa: tutti i piloti dell'EATS erano obbligati a frequentare un corso di una settimana nella Pianificazione del Volo, concentrandosi su voli nel caso di maltempo nel teatro del Mediterraneo. Le raccomandazioni danno l’impressione che la Commissione sospettasse che i piloti non avevano aderito al percorso indicato nel loro Piano di Volo, e destano pure il sospetto che eventi simili non fossero rari nei voli EATS. Comunque, tutti i piloti avrebbero dovuto fare un "corso di aggiornamento" per sottolineare le necessita di seguire le regole, e per assicurarsi che i piloti fossero perfettamente al corrente che il maltempo nel Mediterraneo poteva avere conseguenze fatali.

Copyright © 2018 Comitato di commemorazione del B17 dell'Aiguille des Glaciers. Tutti i diritti riservati.
Disclaimer | Project by: Meridiani Società Scientifica | Credits: kinoglaz.it